Modifica della base regionale per l’elezione del Senato e riduzione del numero dei delegati regionali per l’elezione del Presidente della Repubblica

In sintesi

La proposta di legge costituzionale A.C. 2238 Fornaro ed altri: "Modifiche agli articoli 57 e 83 della Costituzione, in materia di base territoriale per l'elezione del Senato della Repubblica e di riduzione del numero dei delegati regionali per l'elezione del Presidente della Repubblica" sostituisce il principio di elezione “a base regionale” previsto dal vigente primo comma dell’art. 57 Cost., con il diverso criterio della base “circoscrizionale” lasciando alla legge la determinazione dell’ambito territoriale delle circoscrizioni per l’elezione dei senatori.

La proposta di legge costituzionale in esame modifica inoltre il terzo comma dell’articolo 83 della Costituzione, riducendo da tre a due il numero dei delegati regionali che partecipano all’elezione del Presidente della Repubblica.

Rimane invariata la disposizione che assegna alla Valle d’Aosta un solo delegato, così come il vincolo di assicurare la rappresentanza delle minoranze.

Tale disposizione è volta a riequilibrare l’incidenza dei delegati regionali sulla composizione del Parlamento in seduta comune per l’elezione del Presidente della Repubblica riducendo il loro numero analogamente alla riduzione del numero dei parlamentari.

L'entrata in vigore delle nuove disposizioni è coordinata con l'entrata in vigore della legge costituzionale recante la riduzione del numero dei parlamentari, nel caso abbia esito positivo il referendum costituzionale fissato per il 20 e 21 settembre 2020 sul medesimo testo di legge costituzionale.

Il disegno di legge

La proposta di legge costituzionale A.C. 2238 è stata presentata alla Camera dei deputati il 6 novembre 2019 e l’esame in I^ Commissione Affari costituzionali è iniziato il 20 novembre 2019. 

I Dossier di documentazione delle Camere

Torna all'inizio del contenuto