Riforme, Fraccaro. Referendum propositivo in Aula, momento storico

15 gennaio 2019

“L’approdo in Aula del disegno di legge di riforma costituzionale che introduce il referendum propositivo è un momento storico per il nostro Paese. Siamo felici ed orgogliosi che arrivi in Parlamento una riforma che permetterà alle istituzioni di dialogare con il popolo e ai cittadini di partecipare attivamente alla vita decisionale attraverso nuovi strumenti di democrazia diretta”. Lo afferma il Ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro, che aggiunge: “L’approvazione da parte della commissione Affari costituzionali della Camera del mandato al relatore è l’ultimo miglio di un lungo percorso in Commissione che ci ha visti impegnati a cercare il più ampio consenso con tutte le forze politiche. Abbiamo colto osservazioni giunte da minoranze ed esperti auditi in Commissione, ben consapevoli che la Costituzione è di tutti e non di una sola parte politica. Siamo soddisfatti del lavoro di confronto e dialogo svolto finora, intendiamo proseguire su questa strada che ha permesso di arrivare al quorum strutturale zero e deliberativo al 25% con cui si impediranno le pratiche ostruzionistiche che mortificano uno strumento prezioso di partecipazione popolare come il referendum. Al tempo stesso, con questa formula verrà garantirà l’approvazione di proposte con un largo consenso da parte dei cittadini. Abbiamo fatto un grande passo avanti per far sì che democrazia diretta e democrazia rappresentativa possano integrarsi al meglio nell’interesse del popolo e nel pieno rispetto della centralità del Parlamento. Ora – conclude – proseguiremo spediti per approvare quanto prima questa riforma e portare così l’Italia nella Terza Repubblica”.

Torna all'inizio del contenuto