Banche. Fraccaro: Ok rimborsi truffati, niente scudo. Vittime potranno fare causa, in Senato riforma organica

3 dicembre 2018

“Il Governo del cambiamento mantiene le promesse: nella legge di bilancio è stato inserito un emendamento che consentirà ai cittadini truffati di fare causa agli istituti di credito anche se otterranno il risarcimento. Dopo anni di battaglie al fianco dei risparmiatori è una nostra vittoria che restituisce diritti e dignità a chi è stato sacrificato per salvare le banche amiche”. Lo annuncia Riccardo Fraccaro, ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta. “Abbiamo invertito la rotta dei precedenti Governi - aggiunge - che hanno condannato migliaia e migliaia di cittadini a perdere i risparmi di una vita. Noi intendiamo tutelare la stabilità del sistema creditizio senza per questo far pagare il prezzo ai truffati. Nessuno scudo, quindi, ma al contrario la massima tutela dei cittadini. Abbiamo istituto un Fondo da 1,5 miliardi per i truffati. Grazie alla norma inserita nella manovra le vittime delle banche otterranno il giusto risarcimento e potranno anche esercitare il loro diritto di agire legalmente. Questo risultato concreto è il frutto del lavoro, portato avanti dal vicepremier Di Maio e dal sottosegretario Villarosa, dialogando con le associazioni dei risparmiatori. In Senato - conclude Fraccaro - presenteremo le altre norme per una riforma organica della questione, dando finalmente una risposta alle istanze dei cittadini vittima delle banche e delle commistioni malsane con la politica”.

Torna all'inizio del contenuto