Banche. Fraccaro: “Ok a norma anti-spread per Bcc”

15 novembre 2018

“La Commissione Finanze ha approvato il nostro emendamento alla Legge di Bilancio che consentirà alle Bcc di proteggere il proprio bilancio dalle oscillazioni dello spread. In questo modo tuteliamo le banche del territorio che non utilizzano i titoli di stato a fini di speculazione, adeguandoci a quanto avviene in Paesi europei come la Germania”. Lo annuncia il ministro per i Rapporti con il Parlamento e la Democrazia diretta, Riccardo Fraccaro.

“Con questo intervento - aggiunge - le banche e le società finanziarie non quotate sono escluse dall’obbligo di adottare i principi contabili internazionali. Insieme alle assicurazioni, potranno quindi valutare i titoli di Stato che detengono in maniera durevole al valore di iscrizione risultante dall’ultimo bilancio annuale, invece che al valore di mercato. Non saranno quindi costrette ad applicare criteri contabili che potrebbero determinare difficoltà ad erogare credito.

Vogliamo tutelare la natura mutualistica delle Banche di credito cooperativo mettendola al riparo dalle speculazioni finanziarie. In un momento di rallentamento economico è fondamentale che le banche dei territori e le assicurazioni possano continuare a svolgere la loro azione preziosa di concessione del credito e gestione delle polizze in favore di famiglie e imprese. In questo modo - conclude Fraccaro - si rafforza enormemente la nostra azione per garantire l’autenticità del sistema di credito cooperativo”.

Torna all'inizio del contenuto